Skip to content Skip to footer

Gli Itinerari dei Colli Bolognesi:
Trekking, Bici e Tour in Vespa

Ecco gli Itinerari dei Colli Bolognesi

I Colli Bolognesi, grazie alla loro estensione, offrono una gran moltitudine di strade e sentieri da percorrere in varie modalità. Dai classici Trekking a piedi, ai Giri in bici fino agli originalissimi Tour in Vespa.

Ecco quindi alcune idee di itinerari per Colli Bolognesi da fare per passare una giornata attraversando mezzo i Parchi, i Musei e i Borghi più belli.

Trekking Tour
Scopri
Tour in Bici
Scopri
Tour in Vespa
Scopri

Itinerari da fare a Piedi

I Colli Bolognesi sono una delle mete più gettonate per gli appassionati di trekking. I dolci rilievi collinari offrono percorsi accessibili a tutti, che si snodano lungo boschi, parchi con ville storiche e piccoli borghi. Li abbiamo raccolti cercando di offrirvi la maggior varietà possibile in termini di difficoltà e tipologie di paesaggio.

Ecco quindi alcuni dei nostri itinerari preferiti da percorrere a piedi:

  • Piccola Cassia
  • Via dei Brentatori
  • Via degli Dei
  • Via della Lana e della Seta
  • Linea Gotica

Piccola Cassia

La Piccola Cassia è un’antica strada di origine romana che collega la Pianura Padana con l’Italia centrale, più in particolare con l’area intorno a Pistoia.

L’attraversamento completo a piedi richiede alcuni giorni, ma è comunque possibile seguire solo alcuni tratti di sentiero organizzando escursioni di qualche ora, accessibili a tutti.

I passaggi più impegnativi sono quelli che richiedono l’attraversamento dei valichi dell’Appennino tosco-emiliano. Tuttavia, rimanendo nelle zone intorno alla Rocca di Bazzano, all’Abbazia di Monteveglio e al Castello di Serravalle, potrete camminare lungo sentieri di facile percorribilità, adatti anche a famiglie con bambini.

Via dei Brentatori

La via dei Brentatori è una strada che si snoda da Monteveglio, passando per Monte San Pietro e arrivando fino a Zola Predosa. L’origine di questa via deriva dalla gerla, la cesta che utilizzata per trasportare il vino e che in passato veniva chiamata proprio “brenta”. 

La via dei Brentatori era infatti il percorso che i viticoltori utilizzavano per portare il vino dai vigneti alle città. 

Un trekking a piedi lungo il dolce sali e scendi di queste colline permette di ammirare il paesaggio costellato da vigneti, con una vista dell’Appennino e del Monte Cimone sullo sfondo.

Via degli Dei

via degli dei bologna firenze

La via degli Dei è senz’altro uno degli itinerari a piedi più conosciuti in tutta Italia. È un percorso impegnativo che collega Bologna con Firenze lungo ben 130 km. 

Se volete tentare l’impresa di percorrerlo a piedi, il consiglio è di prevedere un numero di 5 o 6 soste, da valutare anche in base al proprio livello.

È un sentiero da non sottovalutare, ma in grado di lasciare forti emozioni. Se decideste di percorrerlo, vi consigliamo di scaricare questa utilissima APP, Walk+, che vi darà informazioni utili sul percorso e sulle tappe da vedere, avvisandovi anche in tempo reale nel caso si verifichino emergenze lungo il percorso (come alberi caduti, frane, tratti interrotti…).

Via della Lana e della Seta

La via della Lana e della Seta è un altro lungo itinerario dei Colli Bolognesi che unisce Bologna e Prato. Il nome, da come si può facilmente dedurre, è legato al commercio di tessuti che avveniva fra queste due città: Bologna era infatti specializzata nella lavorazione della Seta, mentre Prato in quella della Lana. 

Il percorso totale è lungo 130 km, che solitamente vengono divise in sei tappe da 23 chilometri l’una. Lungo il trekking, di difficoltà medio-difficile, incontrerete numerosi luoghi di interesse storico, fra cui il Ponte di Vizzano a Sasso Marconi e la Chiusa di Casalecchio di Reno.

La Linea Gotica

Il trekking della Linea Gotica è probabilmente l’itinerario dalla maggior valenza storica.

Tutto il percorso va infatti a ripercorrere quella che era il fronte di guerra che spaccò a metà l’Italia durante la Seconda Guerra Mondiale fra l’estate del 1944 e la primavera del 1945. Lungo questa linea si schierò l’esercito tedesco contro gli Alleati.

Oggi questo percorso carico di storia è percorribile a piedi: i suoi sentieri collegano la costa tirrenica con quella adriatica, passando appunto anche per i Colli Bolognesi.

Itinerari da fare in Bici

Oltre alle camminate a piedi, un altro modo che vi consigliamo per andare in esplorazione del territorio è quello di percorrere gli itinerari dei Colli Bolognesi in bici.
In tutta la provincia di Bologna, da sempre, le biciclette sono molto utilizzate. Se non ne avete una vostra, non preoccupatevi. È molto facile attrezzarsi con una bici a noleggio. Recentemente, inoltre, molti punti di noleggio si stanno attrezzando con biciclette elettriche a pedalata assistita che possono aiutarvi anche nei tratti più difficili in salita.

Fra gli itinerari da percorrere in bici, eccone alcuni che vi consigliamo:

  • Chiusa di Casalecchio
  • Valle del Sillaro
  • Tour in bici lungo la Via degli Dei
  • Lago dei Castori
  • Portici di San Luca

Chiusa di Casalecchio

casalecchio di reno vista fiume

La Chiusa di Casalecchio si trova nel parco della Chiusa, ed è uno dei sistemi di chiusa medievali più antichi del mondo. La Chiusa si trova all’interno di una grande area naturale, all’interno della quale non mancano le piste ciclabili

Qui potrete pedalare in bici sotto viali alberati, che vi ripareranno dal sole durante le ore più calde. Per chi volesse è possibile raggiungere la Chiusa di Casalecchio partendo direttamente dal centro di Bologna, attraverso un itinerario di semplice percorrenza lungo poco più di 7 km.

Valle del Sillaro

La Valle del Sillaro è nota soprattutto per i suoi Calanchi, delle particolari formazioni rocciose che nascondono grotte e insenature molto suggestive.

Pedalando in bici è possibile seguire il corso del torrente Sillaro, che da il nome alla valle. Potrete così ammirare i calanchi da vicino, oltre che gli incantevoli laghetti di San Martino con l’adiacente chiesetta.

Portici di San Luca

portici di san luca a bologna

Uno degli itinerari più scenografici di tutti i Colli Bolognesi è il percorso che attraversa i portici di San Luca arrivando fino all’omonimo santuario. Si parte dal cuore di Bologna, vicino a Piazza Maggiore, iniziando la pedalata da Via Saragozza.

Da qui si seguono i portici, sorpassando le mura della città fino al “Meloncello”, l’arco che segna il vero inizio dell’itinerario fra i colli. La strada a questo punto inizia a farsi in salita, ma una volta arrivati in cima al Santuario di San Luca potrete godere di un panorama mozzafiato. Se siete preoccupati dal tratto in salita, allora in questo caso una bici elettrica potrebbe essere la soluzione giusta per voi.

Lago dei Castori

Se volete organizzare un tour in bici da fare in famiglia o in compagnia con amici, un’ottima idea è un’escursione fino al Lago dei Castori, alle porte di Bologna.

Questo specchio di acqua è facilmente raggiungibile dal centro del capoluogo bolognese in circa un’ora di pedalata lungo il torrente Zena. Si tratta di un itinerario di circa 20 chilometri durante il quale attraverserete la zona dei Calanchi. Arrivati a destinazione potrete sostare in un vicino agriturismo locale, dove assaggiare i prodotti del territorio.

Tour in bici lungo la Via degli Dei

Vi abbiamo già parlato prima della Via degli Dei, il percorso che unisce Bologna e Firenze lungo 130 km di sentieri. Questo affascinante itinerario non è soltanto percorribile a piedi. Per gli appassionati di mountain bike è infatti attraversabile anche in bici. 

Il percorso, come si può immaginare, non è semplicissimo ed è adatto alle persone più allenate perché prevede una durata di circa 3 giorni e oltre 1000 metri di dislivello. Ma se siete amanti di questo genere di avventure, non fatevi intimorire e buttatevi nell’impresa!

Tour in Vespa: gli itinerari dei colli Bolognesi più belli

Scegliere di visitare i Colli Bolognesi in vespa è sicuramente una delle modalità più divertenti che potrete provare. Questa usanza era già in voga prima dell’uscita della celebre canzone, che da quel momento si è solo che rafforzata e diffusa.

A Bologna sono diverse le attività che offrono il noleggio delle Vespe, molto richieste soprattutto in primavera e durante l’estate.

Noleggiando una Vespa, potrete organizzare diversi tour fra i punti più panoramici dei Colli Bolognesi. Da non perdersi sono:

  • Il Santuario di San Luca, che offre una vista su Bologna e le sue torri.
  • Il Complesso di San Michele in Bosco, ad appena 10 minuti dal pieno centro di Bologna. È uno dei punti panoramici più belli di tutti i Colli Bolognesi.
  • Eremo di Ronzano, che si raggiunge guidando attraverso un viale di querce, cipressi e altre piante secolari. Una volta arrivati a destinazione potrete ammirare le colline circostanti nel pieno silenzio della campagna.
  • Villa Ghigi, situata lungo la stessa strada che porta a Eremo di Ronzano. Questa villa, raggiungibile tramite una strada alberata, è immersa in un lussureggiante contesto di giardini e prati, con una vista su Bologna e i suoi colli.
  • Parco Cavaioni, un luogo di pace nel cuore dei Colli Bolognesi. All’interno del parco troverete un magnifico prato, dove sdraiarvi al tramonto per ammirare la luce del sole sulle colline. Naturalmente vi consigliamo di raggiungere l’ingresso del parco in vespa!

Scarica la guida PDF Gratis!

Niente SPAM, promesso!
Scarica ora gratis

Scarica la Guida sui Colli Bolognesi GRATIS

Riceverai subito il PDF via e-mail, no SPAM!